Jean Monnet Action

This page is addressed to University of Trento professors, therefore the information are Italian language only. 
In case you needed a translation feel free to contact the centrojeanmonnet [at] unitn.it (Centre) for support. All documents (Call and Programme Guidelines are available in all European languages).

Le azioni Jean Monnet sono finalizzate a: 

  • promuovere l’eccellenza nell’insegnamento e nella ricerca nel settore degli studi sull’Unione europea in tutto il mondo; 
  • promuovere il dialogo tra il mondo accademico e la società, coinvolgendo i decisori politici, i dipendenti pubblici, gli attori della società civile, e i rappresentanti dei vari livelli di istruzione e dei media; 
  • generare conoscenze e informazioni in grado di assistere nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell’UE in un mondo globalizzato. 

Gli studi sull’Unione europea comprendono lo studio dell’Europa nella sua interezza ponendo una particolare enfasi sul processo di integrazione europea nella sua dimensione interna ed esterna.

Essi promuovono la cittadinanza attiva in Europa e trattano il ruolo dell’UE nel mondo globalizzato, aumentando la consapevolezza dell’Unione e favorendo il coinvolgimento futuro e il dialogo tra le persone. 

Inoltre, le attività Jean Monnet si impegnano a fungere da vettore della diplomazia pubblica nei confronti di paesi terzi, promuovendo i valori dell'UE e migliorando la visibilità dei valori rappresentati dall'Unione europea e dei suoi obiettivi. 

Sono inoltre incoraggiati la sensibilizzazione attiva e il lavoro educativo che promuoveranno le conoscenze sull’UE in una società più ampia (al di là del pubblico accademico e specializzato) e avvicineranno l’UE al pubblico. 

Attività finanziabili

  • Moduli (insegnamento e ricerca):
    brevi programmi di insegnamento o corsi nel settore degli Studi europei - 40 ore di insegnamento/anno per 3 anni (finanziamento massimo europeo: 30.000 euro);
     
  • Cattedre (insegnamento e ricerca):
    specializzate in Studi europei destinate a professori universitari o senior lecturers – 90 ore di insegnamento/anno per 3 anni (finanziamento massimo europeo: 50.000 euro); 
     
  • Progetti (dibattito politico con il mondo accademico):
    promuovono nuove prospettive e metodologie volte a rendere i temi UE più attrattivi e adatti a diversi target, propongono discussioni e riflessioni su tematiche europee in contesti specifici e attività di informazione e disseminazione – durata 12-24 mesi (finanziamento massimo europeo: 60.000 euro);
     
  • Centri di Eccellenza (insegnamento e ricerca):
    istituzioni che organizzano e coordinano competenze e conoscenze sull'Unione europea – durata 3 anni; 
     
  • Reti (dibattito politico con il mondo accademico):
    consorzi di attori internazionali nel campo degli studi sull'UE – durata 3 anni; 
     
  • Sostegno ad associazioni consiste in un supporto a quelle associazioni che contribuiscono allo studio del processo di integrazione europea - durata 3 anni.

Il bando Erasmus+, nell'ambito del quale i docenti sono invitati a presentare le loro proposte, viene pubblicato ogni anno indicativamente a metà ottobre con scadenza a metà febbraio.
 

Requisiti, criteri di valutazione e tutti i dettagli sulle spese ammissibili si possono trovare nella Guida al programma disponibile sia in italiano che in inglese.
Le principali aree tematiche possono provenire da un qualsiasi ambito disciplinare.